Prima di iniziare in questo settore, bisogna come prima cosa amare questo lavoro, solo il tempo la pazienza formeranno il vostro stile.

Avere le ultime attrezzature sul mercato non vuol dire essere i più bravi, conosciamo molti videomaker che ancora nel 2021 lavorano con camere di 10 anni fà, senza avere difficoltà.

Se stai iniziando adesso ed il tuo budget non è molto alto, puoi puntare a prodotti più economici

Ricorda che il cinema è fatto anche d’improvvisazione, avvolte bisogna anche saper improvvisare o realizzare supporti, o altro.


Per prima cosa bisogna capire in che cosa vuoi specializzarti , video per aziende, video wedding, videoclip musicali, documentari, corti cinematografici, o altro.

Faremo un esempio, nel caso vuoi specializzarti come videografo per Matrimoni.


Ricapitoliamo velocemente come si svolge una giornata lavorativa

Per prima cosa è consigliato essere in due videomaker con due camere uguali per non avere problemi di color correction in post produzione.

Le riprese si svolgono a casa dello sposo e della sposa probabilmente in diversi luoghi, perciò toccherà dividersi, successivamente una volta tornati in chiesa si aspetta la sposa.

L’entrata in chiesa non si può ripetere perciò non si può sbagliare , poi bisogna seguire tutto il rito cristiano o di altra religione.

Terminata si esce dalla chiesa, e si va a riprendere insieme al fotografo le immagini esterne, qui sarebbe opportuno dividersi in modo che l’altro videomaker riprende la location con l’area buffet.

Quando arrivano gli sposi alla location bisogna riprendere l’arrivo, parenti, fino a tarda notte quando ci sarà il taglio della torta, discorso, proiezione, fuochi d’artificio.

A quel punto avrete finito il vostro primo matrimonio, sarete stanchi e con molti dubbi ma questo sarà solo l’inizio e ad ogni matrimonio che farete sarà sempre meglio perfezionando il vostro stile.


Dopo questo breve riassunto, vediamo che cosa acquistare .

Se non avete mai preso una videocamera o reflex in mano il primo consiglio, fate molto esercizio con ottiche lunghe come ad esempio un 50mm o 85mm.

Perchè vi aiuta a fare il muscolo e stabilizzare il braccio, non sentendo la fatica dopo 5 minuti, potete trovarvi in situazione di tenere la camera a mano per un lungo tempo, studiate il menu camera, fate dei corsi, e molta pratica.

Avere anche una preparazione fisica vi aiuterà, vi consiglio di seguire una dieta in modo che nei periodi caldi come agosto non sudate eccessivamente, essendo vestiti con camicia e giacca sotto il sole.

E importante anche seguire un corso presso l’ Ufficio Liturgico del vaticano, per fotografi e videografi, in modo da avere l’iscrizione al sito.

“L’Ufficio Liturgico, dato il gran numero di richieste e la necessità di approfondire il contesto celebrativo da parte di molti operatori del settore, organizza un corso per fotografi e cineoperatori. Il corso è rivolto a operatori specializzati nel settore, che sono in possesso di regolare partita IVA o sono iscritti all’albo dei giornalisti.

Il corso non prevede il rilascio di attestati. La frequenza integrale comporta la possibilità di essere inseriti in un elenco nominativo, consultabile sul sito dell’Ufficio Liturgico della Diocesi di Roma.”

Sul sito del ufficio Liturgico di Roma potete trovare la lista di tutti i fotografi e videomakers che hanno effettuato il corso.

I fotografi e i videoperatori, durante le celebrazioni liturgiche, forniscono un servizio sicuramente gradito, favorendo la memoria del dono ricevuto e degli impegni assunti. Occorre consentire però che la celebrazione si svolga nel debito clima di raccoglimento e preghiera dei partecipanti e di rispetto per il luogo sacro.

Gli operatori professionali seguono appositi incontri organizzati  periodicamente dalla Curia e dall’Associazione Artigiani e Piccole Imprese locali, per il rilascio di un tesserino curiale individuale.

Gli operatori professionali con il loro modo di comportarsi, di muoversi, di operare cercheranno per quanto possibile di non disturbare l’attenzione del sacerdote e dei partecipanti alla celebrazione liturgica. In particolare limiteranno gli spostamenti allo stretto necessario, evitando il più possibile di “entrare in scena”, e faranno uso discreto di luci supplementari.


Quale camera scegliere? dipende molto dal budget e da che qualità video si vuole ottenere.

Ultimamente la camera più utilizzata sia per costi che per resa è la gh5 o Gh5S, da poco è uscita la GH5 M2 che si indirizza maggiormente verso utenti come youtuber e vlogger che sono molto interessati alle funzionalità legate al live streaming.

Se volete maggiori info sulla camera o volete acquistarla ecco il link con le ultime offerte di Amazon solo corpo macchina

Acquistare la camera solo corpo o con ottica?

Io consiglio di acquistare solo il corpo macchina, le ottiche di solito che vengono fornite in dotazione sono poco luminose, perciò meglio comprarle separatamente.

Che tipo di ottica scegliere?

Dipende se siete abituati con ottiche fisse e manuali oppure con autofocus.

Lavorare con ottiche fisse manuali vi garantisce luminosità, ed assenza di rumore video specialmente nelle riprese notturne.

Lavorare con ottiche zoom con autofocus e stabilizzatore, beh per avere la stessa resa dovrete andare su ottiche molto più costose.

se conoscete questa camera sapete bene che ha una buona stabilizzazione che vi aiuta a non utilizzare il DJI Ronin o altro stabilizzatore. Perciò potrete utilizzare anche ottiche manuali senza problema.

Un ottica interessante è questa Panasonic 25mm 1.7f un ottica luminosa che vi permette attraverso i contatti di gestire l’autofocus.

Vi ricordo inoltre che sulla GH5 e modelli 4/3 abbiamo un crop dell’immagine quasi del 50% esempio se acquistate un 12mm avrete una resa similare ad un 24mm, e cosi via con ogni ottica. Perciò ricordate sempre che non è una Full Frame.

Fattore di Crop:

  • Canon APS-H: 1,29
  • Canon APS-C: 1,6
  • Nikon, Sony, Pentax e Fujifilm APS-C: 1,5
  • Sigma Foveon: 1,73
  • Micro Quattro Terzi (Olympus e Panasonic): 2

Potete trovare questo valore anche espresso come una moltiplicazione, ad esempio 1,29x.

Vediamo altre tipologie di ottiche come ad esempio Sigma, un ottica molto bella che ritengo tra le migliori

Sulle ottiche manuali troviamo varie tipologie sia di fascia di prezzo che di qualità, un giusto compromesso qualità prezzo sono le Meike serie cinema che utilizzo. Avendo la ghiera dentata si prestano molto all’utilizzo su Ronin con controllo del fuoco motorizzato

Se il vostro budget vi permette di acquistare una camera più costosa come sony che offre macchine Full frame vi posso consigliare alcuni modelli.

La Sony Alpha 7 III con sensore d’immagine full-frame da 35 mm, monta Il nuovo sensore CMOS Exmor R™ da 24,2 megapixel, ora con struttura retroilluminata, si associa al processore di immagini BIONZ X™ di ultima generazione e al chip di acquisizione LSI, per raggiungere una velocità di lettura dei dati due volte maggiore e una capacità di elaborazione dei dati 1,8 volte superiore.

immagini ad alta risoluzione dal disturbo ridotto

Miglioramento nella qualità dell’immagine fino a 1,5 stop

La gamma ISO standard è stata estesa a 100-51.200 (e a ISO 50-204.800 per le foto), mentre le tecnologie di riproduzione dei dettagli e di eliminazione dei disturbi mirata ad aree specifiche evitano le perdite ed eliminano il rumore. Le prestazioni nella gamma di sensibilità medio-alta offrono valori ISO elevati senza disturbi e distorsione.

4D FOCUS: prestazioni AF in evoluzione

Le prestazioni AF sono migliori grazie alle stesse soluzioni avanzate implementate nell’α9, applicate qui in maniera ottimale. Quando α7 III cattura soggetti in azione che si muovono in maniera imprevedibile, come ballerini, pugili e fauna selvatica, non se li lascia scappare facilmente.

Due slot per schede, supporto di UHS-II

Con i due slot per schede, tra cui uno compatibile con UHS-II per la scrittura veloce, il modello α7 III può effettuare la registrazione simultanea o relay di dati RAW/JPEG separati e foto/video, nonché copiare i dati tra una scheda e l’altra.

Maggiore durata della batteria per sessioni più lunghe

Il modello α7 III può usare una batteria NP-FZ100 dalla capacità pari a circa 2,2 volte quella di NP-FW50, per scattare fino a 710 foto con una sola ricarica completa. Il caricabatterie opzionale BC-QZ1 offre una ricarica più rapida rispetto all’USB.

Sensore CMOS full-frame 35 mm da 24,2 MP

con retroilluminazione

Gamma di sensibilità fino a ISO 51.200 (espandibile fino a ISO 50-204.800 per le foto)

AF rapido ibrido con AF a rilevamento di fase da 693 punti e AF a rilevamento di contrasto da 425 punti

Scatto continuo ad alta velocità fino a 10 fps

con tracking AF/AE

Funzionalità di registrazione video in 4K HDR

Compatibilità obiettivi

Obiettivi attacco E di Sony

Tipo di sensoreSensore CMOS Exmor R full-frame 35 mm (35,6 × 23,8 mm)

Numero di pixel (effettivi)Circa 24,2 megapixel

Sensibilità ISO (indice di esposizione consigliata)Foto: ISO 100-51.200 (i valori ISO a partire da ISO 50 a ISO 204.800 possono essere impostati tramite la gamma ISO estesa), AUTO (ISO 100-12.800, limite inferiore e limite superiore selezionabili);

Video: equivalente a ISO 100-51.200 (i valori ISO fino a 102.400 possono essere impostati tramite la gamma ISO estesa), AUTO (ISO 100-12.800, limite inferiore e limite superiore selezionabili)

Durata della batteria (foto)Circa 610 scatti (mirino) / circa 710 scatti (monitor LCD) (standard CIPA)

Tipo mirinoMirino elettronico (a colori) da 1,3 cm (0,5 pollici), XGA OLED

Tipo displayTFT da 7,5 cm (tipo 3.0)